> enrico bugli

senza titolo

1970/71?



farò dire a origène che si evirò, come il coito e lo specchio siano abominevoli, ambedue moltiplicano l‘universo sensibile e lo divulgano.

il non essere non é e non può essere pensato.

questo mio corpo carico di marmo e disteso su di un legno scadente, non eguaglia la pena che si ha sapendosi privati della scienza fisica e del senso del proprio equilibrio interno.

disse “fiat lux e fu la luce, vide che la luce era buona e la separò dalle tenebre…..allora il signore iddio formò l'uomo adamo dalla.polvere della terra ed alitò nelle sue narici il soffio vitale.

agostino dice "la creatura ha cominciato col tempo ed il tempo con la creatura".

allora l'uomo vide e la luce fu; dice luciano che nel tempio di emesa, dove è venerato il grande fallo, a sinistra si trova un trono riservato al sole ma la figura del dio è assente,il sole è l‘unica divinità di cui i siriani non mostrano immagini, dicendo che è inutile fare statue di divinità che si mostrano ogni giorno nel cielo. un uomo allora , ognuno di noi, calcolò che lo spostamento angolare del raggio luminoso da uno specchio mobile ad uno fisso permetteva di calcolare la velocità della luce, per queste cose e per altre mentre galileo scrive siamo passati attraverso lo specchio dall'infinito alla sua rappresentazione.

nella mane nostra
nella mano tua

quella che é /essere
nella mano dell'imposizione rituale

c'é il mito dell‘infinito come creazione

"der got also in wessen hat, der nimpt got gottlichen, und got erbildet sich im uss allen dingen......
ora nel memento di passare dall'ideologia alla prassi ei si ritrova con filostrato a dire e scegliere tra l'effettivamente esistente ed il non esistente, tra rappresentazione ed idea, è la dicotomia tra icastico e fantastico che riprende con:

il simbolo

il dato

il segnale

il segno 

il rappresentato 

il detto 

il raccontato

la conoscenza

il percorso

il dentro

il fuori

sono i passi del sentiero obbligato di tutta le conoscenze bisogna percorrere il varco tra il cognito e l'infinito come horus aveva portato al padre morto, ed ognuno portava al padre nei riti dei morti, "il varco centrale", un'offerta che era assimilata all'occhio stesso  di horus "io ti ho portato l'occhio di horus strappato a set"

così oltre il varco della nostra società esaurita, attraverso l'infinito, passa il raggio dello specchio occhio della conoscenza, con husserl abbiamo scritto

conosciamo-sappiamo che non vi è verità scientifica, cioè oggetti assolutamente ideali, se non negli enunciati, che non solo il linguaggio parlato ma l'iscrizione é indispensabile alla costituzione di oggetti assolutamente ideali, cioè di oggetti che non possono essere trasmessi o ripetuti come i medesimi, egli conferma nel suo aspetto più evidente la limitazione profonda,del linguaggio ad uno stadio secondario dell'esperienza. fermo restante che la metafisica per russel è "il tentativo di situazionare l'universo in un tutto mediante un pensiero" esso mette in evidenza il metodo e l'oggetto, il tutto universo è un oggetto talmente non esauribile per cui non è un tutto. wittgenstein con noi tutti conclude che" tutte le proposizioni della logica sono tautologie e tutte le generalizzazioni di tautologie sono generalizzazioni della logica, altre proposizioni logiche non vi sono"

lo scemo del villaggio non è da offendere né da ingiuriare va accettato così com'è, ognuno di noi é o può essere lo scemo del villaggio ed essere nel suo presente che è la storia vittima e carnefice, protagonista ed antagonista, autore e spettatore, e tutto insieme o l'uno e l'altro, almeno nella parte più segreta e non manifesta della realtà respinta o ironizzata, ma estetica ed inconfessabile, dell'essere.

schegge
indexschegge.html
progettoprogetto.html
noinoi.html
numerinumeri.html
segnalazionisegnalazioni.html
dilatazionidilatazioni.html
glossarioglossario.html
rilevazionirilevazioni.html
note bioautori.html
ideeidee.html
traduzionitraduzioni.html
sdef pssdef_ps.html
narrazioninarrazioni.html
showsshows.html
scheggeschegge.html
one photoone_photo.html
arte & emergenzaarte_%26_emergenza.html
galleriagalleria.html
videoscheggevideoschegge.html
documenti futuristidocumenti_futuristi.html
variavaria.html
cittàlimbo archivescittalimbo_archives.html
poetipoeti.html
contatti/linkscontatti.html