una bozza del manifesto “capa”, bormio, milano, 1967/68

operazione di camillo capolongo - vincenzo e giovanni de simone



con capa si intende quella cosa con la quale si pensa e si ragiona, 

con la quale si prende coscienza di sé e si dialoga con gli altri. 

potrebbe anche darsi, che il sistsma per prendere coscienza e dialogare 

sia un altro da quello da quello della capa…

noi però ora diamo questa capa come presupposto, e come postulato per ini-

ziare un discorso;

perché almeno per ora non ci sembra che ci sia un'altra, possibilità di 

partenza —

dato che siamo degli operatori che ci interessiamo di arte ( come pittura 

scultura ecc…)

il discorso lo cominciamo dall’arte, da quella che è comunemente è intesa

come tale.

vogliamo cioè prendere attraverso la capa coscienza di noi ,e di ciò che

facciamo, e  dialogare con gli altri di arte;

crediamo infatti che bisogna sapere una cosa non solo se quella cosa ci appartiene 

perché la facciamo e la amiamo,

ma anche se è al di fuori di noi e la ignoriamo, proprio per il solo fatto

che essendo uomini dovremmo essere interessati tutto ciò che gli uomini 

fanno; 

bisogna sapere quindi, comunque saranno le conclusioni di tale sapere;

sia cioè, che il sapere ci aiuterà, sìa che il sapere sarà inutile.

il sapere però, sarebbe sempre inesatto, se noi ci limitassimo a sapere senza

vagliare ciò che andiamo conoscendo;

tutto ciò che noi andiamo conoscendo,  non è mai esatto, 

non è mai verità, 

se non nel caso specifico che tutte in obiezioni possibili ad esso siano

state sollevate e siano state respinte;

una proposta è valida, se all'infinito essa vede cadere tutte le obiezioni

possibili,

tutti i ragionamenti possibili intorno ad essa;

quando tutte le cape concorderanno su di essa ( ie cape però di tutte le

specie possibili, come capacità chimica e come allenamento conoscitivo ), 

allora senza mai disconoocere il sistema capale attraverso al quale ci siamo

arrivati, si toccherà la verità, quella unica possibile a noi come uomini & come 

uomini chs hanno la capa —


sunto:

1°) tutti hanno capa —

2°) tutti si dovrebbero interessare alle azioni degli altri per il solo fatto

 di essere uomini —

3°) comunicheremo attraverso la capa, quindi —

4°) l'arte è tale quando converremo che è tale dopo che tutte le obiezioni sono

cadute 


bormio, 1967

schegge
indexschegge.html
progettoprogetto.html
noinoi.html
numerinumeri.html
segnalazionisegnalazioni.html
dilatazionidilatazioni.html
glossarioglossario.html
rilevazionirilevazioni.html
note bioautori.html
ideeidee.html
traduzionitraduzioni.html
sdef pssdef_ps.html
narrazioninarrazioni.html
showsshows.html
scheggeschegge.html
one photoone_photo.html
arte & emergenzaarte_%26_emergenza.html
galleriagalleria.html
videoscheggevideoschegge.html
contatti/linkscontatti.html
variavaria.html